Report mensili 2022 PDF Stampa E-mail

Agosto 2022

Ecco un breve bilancio del mese di Agosto 2022 basato sui dati della stazione ufficiale di Milano-Linate, rappresentativa del clima della Valpadana centro-occidentale, integrati con i dati delle stazioni della rete del Centro Meteo Lombardo e con i radiosondaggi della stazione di Cameri (NO) dell'Aeronautica Militare.

 

TEMPERATURE MINIME

MEDIA: +20,0 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +0,7 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +1,0 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +3,3 °C

 

TEMPERATURE MASSIME

MEDIA: +31,4°C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +1,3 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +1,2 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +3,7 °C

 

PRECIPITAZIONI

TOTALI: 25 millimetri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -40 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -50 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: -70 mm

  

PARAMETRI IN QUOTA

ALTEZZA MEDIA ZERO TERMICO: 3914 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: -79 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +9 metri

 

TEMPERATURA A 850hPa: +16,5 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +0,9 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +1,2 °C

 

COMMENTO

Il mese di Agosto è stato caratterizzato da temperature superiori alle medie, con scarti di circa 1 °C rispetto agli ultimi decenni e di oltre 3 °C rispetto ai decenni del secolo scorso. 

La minima più bassa di Agosto è stata registrata il giorno 13 con 16,3 °C, mentre la massima più alta è stata registrata il giorno 5 con 36,2 °C. 23 giorni hanno superato i 30 °C, contro i 17 giorni della media dell'ultimo decennio, ma solo 6 giorni hanno superato i 33 °C, in perfetta linea con gli ultimi decenni.

Se guardiamo i valori in quota ritroviamo le stesse anomalie registrate al suolo, a conferma del fatto che il clima caldo sperimentato al suolo è stato determinato dal continuo afflusso di aria calda in quota. A circa 1500 metri abbiamo avuto un'anomalia termica positiva di circa 1 °C.

Dal punto di vista pluviometrico il mese di Agosto ha fatto registrare valori di precipitazioni inferiori alle medie con un unico giorno, il 18, caratterizzato da precipitazioni significative.

Anche ad Agosto è pertanto proseguito il trend di deficit pluviometrico degli scorsi mesi (e dello scorso anno), con una mancanza di 465 mm di piogge registrato nei primi otto mesi del 2022 rispetto all'ultimo decennio.

 

 

Luglio 2022

Ecco un breve bilancio del mese di Luglio 2022 basato sui dati della stazione ufficiale di Milano-Linate, rappresentativa del clima della Valpadana centro-occidentale, integrati con i dati delle stazioni della rete del Centro Meteo Lombardo e con i radiosondaggi della stazione di Cameri (NO) dell'Aeronautica Militare.

 

TEMPERATURE MINIME

MEDIA: +21,3 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +1,6 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +2,1 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +4,0 °C

 

TEMPERATURE MASSIME

MEDIA: +33,6°C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +2,9 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +2,9 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +4,7 °C

 

PRECIPITAZIONI

TOTALI: 50 millimetri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -25 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -45 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: -20 mm

  

PARAMETRI IN QUOTA

ALTEZZA MEDIA ZERO TERMICO: 4222 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +316 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +374 metri

 

TEMPERATURA A 850hPa: +17,9 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +1,9 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +2,4 °C

 

COMMENTO

Il mese di Luglio è stato caratterizzato da temperature eccezionalmente superiori alle medie, con scarti più accentuati nei valori massimi, che hanno registrato valori di 3 °C più alti rispetto agli ultimi decenni e di quasi 5 °C più alti rispetto ai decenni del secolo scorso. Si tratta del secondo luglio più caldo di sempre, dopo quello del 2015. Se consideriamo solo le temperature massime, il luglio del 2022 è risultato il più caldo in assoluto almeno degli ultimi decenni.

La minima più bassa di Luglio è stata registrata il giorno 31 con 17,5 °C, mentre la massima più alta è stata registrata il giorno 22 con 36,9 °C, ad appena un decimo dal record storico di luglio del 2015. Tutti e 31 i giorni hanno superato i 30 °C, contro i 21 giorni della media dell'ultimo decennio e ben 19 giorni hanno superato i 33 °C, contro i 6 giorni degli ultimi decenni.

Se guardiamo i valori in quota ritroviamo le stesse anomalie registrate al suolo, a conferma del fatto che il clima caldo sperimentato al suolo è stato determinato dal continuo afflusso di aria molto calda in quota. A circa 1500 metri abbiamo avuto un'anomalia termica positiva di circa 2 °C, con lo zero termico oltre 300 metri più in alto della media. Da segnalare che il 25 luglio lo zero termico ha superato addirittura i 5000 metri.

Se consideriamo i primi due mesi di questa estate meteorologica (giugno e luglio), siamo in presenza della seconda estate più calda di sempre ad appena 2 decimi dalla storica estate del 2003.

Dal punto di vista pluviometrico il mese di Luglio ha fatto registrare valori di precipitazioni inferiori alle medie nonostante i 6 giorni di precipitazioni, ma di cui solo 2 con valori superiori ai 10 millimetri.

Anche a luglio è pertanto proseguito il trend di deficit pluviometrico degli scorsi mesi (e dello scorso anno), con una mancanza di 425 mm di piogge registrato nei primi sette mesi del 2022 rispetto all'ultimo decennio.

 

 

Giugno 2022

Ecco un breve bilancio del mese di Giugno 2022 basato sui dati della stazione ufficiale di Milano-Linate, rappresentativa del clima della Valpadana centro-occidentale, integrati con i dati delle stazioni della rete del Centro Meteo Lombardo e con i radiosondaggi della stazione di Cameri (NO) dell'Aeronautica Militare.

 

TEMPERATURE MINIME

MEDIA: +19,0 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +1,2 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +1,7 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +4,0 °C

 

TEMPERATURE MASSIME

MEDIA: +31,4°C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +2,7 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +3,1 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +5,3 °C

 

PRECIPITAZIONI

TOTALI: 15 millimetri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -70 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -65 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: -50 mm

  

PARAMETRI IN QUOTA

ALTEZZA MEDIA ZERO TERMICO: 3891 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +329 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +417 metri

 

TEMPERATURA A 850hPa: +15,6 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +2,2 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +2,7 °C

 

COMMENTO

Il mese di Giugno è stato caratterizzato da temperature eccezionalmente superiori alle medie, con scarti più accentuati nei valori massimi, che hanno registrato valori di oltre 3°C più alti rispetto agli ultimi decenni e di oltre 5°C più alti rispetto ai decenni del secolo scorso. Si tratta del secondo giugno più caldo di sempre, dopo quello del 2003.

La minima più bassa di Giugno è stata registrata il giorno 11 con 14,4 °C, mentre la massima più alta è stata registrata il giorno 13 con 34,4 °C. Ben 22 giornate hanno superato i 30 °C, contro gli 11 giorni della media dell'ultimo decennio e ben 8 giorni hanno superato i 33 °C, contro i 3 giorni degli ultimi decenni.

Se guardiamo i valori in quota ritroviamo le stesse anomalie registrate al suolo, a conferma del fatto che il clima caldo sperimentato al suolo è stato determinato dal continuo afflusso di aria molto calda in quota. A circa 1500 metri abbiamo avuto un'anomalia termica positiva di oltre 2 °C, con lo zero termico oltre 300 metri più in alto della media.

Dal punto di vista pluviometrico il mese di Giugno ha fatto registrare valori di precipitazioni molto inferiori alle medie nonostante i 7 giorni di precipitazioni, ma nessun giorno con piogge particolarmente significative.

Anche a Giugno è pertanto proseguito il trend di deficit pluviometrico degli scorsi mesi (e dello scorso anno), con una mancanza di 400 mm di piogge registrato nei primi sei mesi del 2022 rispetto all'ultimo decennio.

 

 

Maggio 2022

Ecco un breve bilancio del mese di Maggio 2022 basato sui dati della stazione ufficiale di Milano-Linate, rappresentativa del clima della Valpadana centro-occidentale, integrati con i dati delle stazioni della rete del Centro Meteo Lombardo e con i radiosondaggi della stazione di Cameri (NO) dell'Aeronautica Militare.

 

TEMPERATURE MINIME

MEDIA: +15,4 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +2,7 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +2,3 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +4,2 °C

 

TEMPERATURE MASSIME

MEDIA: +26,3°C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +3,2 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +2,2 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +4,4 °C

 

PRECIPITAZIONI

TOTALI: 45 millimetri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -85 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -55 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: -50 mm

  

PARAMETRI IN QUOTA

ALTEZZA MEDIA ZERO TERMICO: 3010 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +153 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +142 metri

 

TEMPERATURA A 850hPa: +10,0 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +1,0 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +0,9 °C

 

COMMENTO

Il mese di Maggio è stato caratterizzato da temperature molto superiori alle medie, con scarti più accentuati nei valori minimi che hanno registrato valori di quasi 3 °C più alti rispetto agli ultimi decenni. 

La minima più bassa di Maggio è stata registrata il giorno 2 con 10,3 °C, mentre la massima più alta è stata registrata il giorno 21 con 32,3 °C. Ben 6 giornate hanno superato i 30 °C, contro 1 solo giorno della media dell'ultimo decennio.  

Se guardiamo i valori in quota ritroviamo le stesse anomalie registrate al suolo, a conferma del fatto che il clima caldo sperimentato al suolo è stato determinato dal continuo afflusso di aria calda in quota. A circa 1500 metri abbiamo avuto un'anomalia termica positiva di circa 1 °C, con lo zero termico 150 metri più in alto della media.

Dal punto di vista pluviometrico il mese di Maggio ha fatto registrare valori di precipitazioni inferiori alle medie nonostante i 10 giorni di precipitazioni, ma nessun giorno con piogge particolarmente significative.

Anche a Maggio è pertanto proseguito il trend di deficit pluviometrico degli scorsi mesi (e dello scorso anno), con una mancanza di 325 mm di piogge registrato nei primi cinque mesi del 2022 rispetto all'ultimo decennio.

 

 

Aprile 2022

Ecco un breve bilancio del mese di Aprile 2022 basato sui dati della stazione ufficiale di Milano-Linate, rappresentativa del clima della Valpadana centro-occidentale, integrati con i dati delle stazioni della rete del Centro Meteo Lombardo e con i radiosondaggi della stazione di Cameri (NO) dell'Aeronautica Militare.

 

TEMPERATURE MINIME

MEDIA: +7,2 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -1,9 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -1,2 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +0,2 °C

 

TEMPERATURE MASSIME

MEDIA: +19,1°C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -0,3 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -0,2 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +1,6 °C

 

PRECIPITAZIONI

TOTALI: 20 millimetri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -65 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -65 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: -60 mm

  

PARAMETRI IN QUOTA

ALTEZZA MEDIA ZERO TERMICO: 2123 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: -279 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -113 metri

 

TEMPERATURA A 850hPa: +4,7 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: -1,3 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -0,4 °C

 

COMMENTO

Il mese di Aprile è stato caratterizzato da temperature inferiori alle medie, con scarti più accentuati nei valori minimi che hanno registrato valori di quasi 2 °C più bassi rispetto agli ultimi decenni. 

La minima più bassa di Aprile è stata registrata il giorno 5 con 1,4 °C, mentre la massima più alta è stata registrata il giorno 15 con 24,9 °C. 

Se guardiamo i valori in quota ritroviamo le stesse anomalie registrate al suolo, a conferma del fatto che il clima fresco sperimentato al suolo è stato determinato, come nel mese di marzo, dal continuo afflusso di aria fredda in quota. A circa 1500 metri abbiamo avuto un'anomalia termica negativa di oltre 1 °C.

Dal punto di vista pluviometrico il mese di Aprile ha fatto registrare valori di precipitazioni nettamente inferiori alle medie con 6 giorni di precipitazioni, ma nessun giorno con piogge particolarmente significative

Anche ad Aprile è pertanto proseguito il trend di deficit pluviometrico degli scorsi mesi (e dello scorso anno), con una mancanza di 240 mm di piogge registrato nel primo quadrimestre del 2022 rispetto all'ultimo decennio.

 

 

Marzo 2022

Ecco un breve bilancio del mese di Marzo 2022 basato sui dati della stazione ufficiale di Milano-Linate, rappresentativa del clima della Valpadana centro-occidentale, integrati con i dati delle stazioni della rete del Centro Meteo Lombardo e con i radiosondaggi della stazione di Cameri (NO) dell'Aeronautica Militare.

 

TEMPERATURE MINIME

MEDIA: +3,0 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -1,6 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -1,5 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: -0,3 °C

 

TEMPERATURE MASSIME

MEDIA: +14,7°C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -0,5 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -0,8 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +1,5 °C

 

PRECIPITAZIONI

TOTALI: 10 millimetri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -65 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -55 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: -75 mm

  

PARAMETRI IN QUOTA

ALTEZZA MEDIA ZERO TERMICO: 1701 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: -215 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -227 metri

 

TEMPERATURA A 850hPa: +0,7 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: -2,0 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -1,8 °C

 

COMMENTO

Il mese di Marzo è stato caratterizzato da temperature inferiori alle medie, con scarti più accentuati nei valori minimi che hanno registrato valori di quasi 2 °C più bassi rispetto agli ultimi decenni. 

La minima più bassa di Marzo è stata registrata il giorno 9 con -3 °C, mentre la massima più alta è stata registrata il giorno 28 con 21,9 °C. I giorni con minime negative sono stati 9, contro i 2 dell'ultimo decennio e i 5 degli ultimi decenni del secolo scorso.

Se guardiamo i valori in quota ritroviamo le stesse anomalie registrate al suolo, a conferma del fatto che il clima fresco sperimentato al suolo è stato determinato dal continuo afflusso di aria fredda in quota. A circa 1500 metri abbiamo avuto un'anomalia termica negativa di circa 2 °C.

Dal punto di vista pluviometrico il mese di Marzo ha fatto registrare valori di precipitazioni nettamente inferiori alle medie con soli 2 giorni di precipitazione a fine mese.

Anche a Marzo è pertanto proseguito il trend di deficit pluviometrico degli scorsi mesi (e dello scorso anno), con una mancanza di 180 mm di piogge registrato nel primo trimestre del 2022 rispetto all'ultimo decennio.

 

 

Febbraio 2022

Ecco un breve bilancio del mese di Febbraio 2022 basato sui dati della stazione ufficiale di Milano-Linate, rappresentativa del clima della Valpadana centro-occidentale, integrati con i dati delle stazioni della rete del Centro Meteo Lombardo e con i radiosondaggi della stazione di Cameri (NO) dell'Aeronautica Militare.

 

TEMPERATURE MINIME

MEDIA: +1,1 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -0,3 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +0,5 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +1,0 °C

 

TEMPERATURE MASSIME

MEDIA: +13,0°C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +3,2 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +2,8 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +4,8°C

 

PRECIPITAZIONI

TOTALI: 15 millimetri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -65 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -40 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: -45 mm

  

PARAMETRI IN QUOTA

ALTEZZA MEDIA ZERO TERMICO: 1955 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +336 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +351 metri

 

TEMPERATURA A 850hPa: +2,3 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +1,9 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +2,0 °C

 

COMMENTO

Il mese di Febbraio è stato caratterizzato da temperature minime vicine alle medie degli ultimi 30 anni e da temperature massime nettamente superiori alle medie degli ultimi decenni con scarti fino quasi a +5 °C rispetto ai valori del secolo scorso. Questa differenza di anomalie tra i valori minimi e quelli massimi è stata determinata da una persistenza di cieli sereni ed episodi di fohn che hanno favorito le inversioni termiche notturne e un elevato soleggiamento diurno.

La minima più bassa di Febbraio è stata registrata il giorno 28 con -2,8 °C, mentre la massima più alta è stata registrata il giorno 2 con 19,4 °C. I giorni con minime negative sono stati 9, in linea con l'ultimo decennio, ma inferiori a quelli dei decenni precedenti.

Se guardiamo i valori in quota ci accorgiamo che non ritroviamo le stesse anomalie registrate al suolo, a conferma del fatto che i valori  registrati in Valpadana nei valori minimi sono da attribuire solamente a continue inversioni termiche, piuttosto che all'arrivo di aria fredda. A circa 1500 metri abbiamo avuto un'anomalia termica positiva di circa 2 °C.

Dal punto di vista pluviometrico il mese di Febbraio ha fatto registrare valori di precipitazioni nettamente inferiori alle medie con soli 3 giorni che hanno fatto registrare precipitazioni superiori a 1 mm.

Anche in Febbraio è pertanto proseguito il trend di deficit pluviometrico dello scorso mese (e dello scorso anno), con già una mancanza di 110 mm di piogge registrato nel 2022 rispetto all'ultimo decennio.

 

 

Gennaio 2022

Ecco un breve bilancio del mese di Gennaio 2022 basato sui dati della stazione ufficiale di Milano-Linate, rappresentativa del clima della Valpadana centro-occidentale, integrati con i dati delle stazioni della rete del Centro Meteo Lombardo e con i radiosondaggi della stazione di Cameri (NO) dell'Aeronautica Militare.

 

TEMPERATURE MINIME

MEDIA: -1,8 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -1,4 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -1,5 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +0,1 °C

 

TEMPERATURE MASSIME

MEDIA: +8,1°C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: +0,3 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +0,7 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: +3,5°C

 

PRECIPITAZIONI

TOTALI: 20 millimetri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2012-2021: -45 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: -35 mm

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1961-1990: -45 mm

  

PARAMETRI IN QUOTA

ALTEZZA MEDIA ZERO TERMICO: 2122 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +449 metri

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +458 metri

 

TEMPERATURA A 850hPa: +4,0 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 2011-2020: +3,4 °C

SCARTO RISPETTO ALLA MEDIA 1991-2020: +3,5 °C

 

COMMENTO

Il mese di Gennaio è stato caratterizzato da temperature minime inferiori alle medie degli ultimi 30 anni, ma in linea con quello che accadeva nel secolo scorso e da temperature massime leggermente superiori alle medie dell'ultimo trentennio, ma nettamente più alte rispetto ai decenni precedenti. Questa discrepanza di anomalie tra i valori minimi e quelli massimi è stata determinata da ripetute inversioni termiche che hanno portato a valori minimi piuttosto bassi.

La minima più bassa di Gennaio è stata registrata il giorno 10 con -6,2 °C, mentre la massima più alta è stata registrata il giorno 28 con 16,2 °C. I giorni con minime negative sono stati 24, rispetto ai 18 dell'ultimo decennio.

Se guardiamo i valori in quota ci accorgiamo che non ritroviamo le stesse anomalie negative registrate al suolo, a conferma del fatto che i valori piuttosto bassi registrati in Valpadana sono da attribuire a continue inversioni termiche, piuttosto che all'arrivo di aria particolarmente fredda. A circa 1500 metri abbiamo avuto un'anomalia termica positiva di oltre 3 °C.

Dal punto di vista pluviometrico il mese di Gennaio ha fatto registrare valori di precipitazioni nettamente inferiori alle medie dell'ultimo decennio, con valori pari a circa un terzo rispetto alle attese.

Dopo i quasi 200 millimetri di deficit pluviometrico del 2021, anche il 2022 inizia proseguendo sullo stesso trend dello scorso anno.